Loading...

Gita a Gaeta da Elena Paoletta blog



Quest'estate vacanze laziali! Ho potuto così ammirare una delle coste ritenute tra le più belle d'Italia e più precisamente i dieci stupendi chilometri che vanno da Sperlonga a Gaeta.

Gaeta è un comune italiano in provincia di Latina situato su una lingua di terra che si insinua nel mar Tirreno. Il suo arioso lungomare è ideale per una piacevole passeggiata e per scoprire alcune delle sue bellezze culturali, come la Chiesa di San Francesco. Fondata dallo stesso santo nel luogo dove dimorò durante la sua permanenza nella cittadina, la chiesa fu poi ricostruita in stile neogotico. 

A volte viene erroneamente definita duomo per la sua posizione dominante e la sua elaborata architettura.




Serapo è la spiaggia principale del comune di Gaeta. É molto frequentata sia dai gaetani che dai turisti italiani e stranieri per il suo chilometro e mezzo di sabbia dorata finissima e per il mare azzurro e pulito.




Una particolarità del posto è la caratteristica "Montagna spaccata" che, secondo la tradizione cristiana si sarebbe formata alla morte di Cristo. Lungo la scalinata di 35 gradini che si addentra nelle viscere della montagna, è possibile notare sulla parete di destra la cosiddetta “Mano del Turco”, cioè la forma di una mano che, secondo una leggenda, si sarebbe formata nel momento in cui un marinaio turco miscredente si appoggiò alla parete. Questa miracolosamente divenne morbida sotto la sua pressione formando l’impronta delle sue cinque dita nella roccia. Dall’alto della fenditura tra i due costoni che hanno dato origine al nome, si può ammirare lo strapiombo sul mare su cui la montagna è situata. La straordinaria bellezza del luogo e la suggestiva atmosfera hanno reso internazionale la fama della “Montagna spaccata” e hanno dato alla mia gita un tocco incantevole.


Gaeta, 22/08/2017


Picture © Elena Paoletta

Video Editor / Blogger at Wonderland Tales

Artist at https://jobok.eu/user/Elena91


Post precedente     
     Prossimo post
     Blog home

Il muro

Non ci sono commenti
è necessario connettersi per commentare

JobOk Magazine

Partnership